Background

Decima Balder - Ritorno a casa

Manco da troppo tempo, cara terra mia
È ora di tornare, tornare a casa mia
In una vecchia borsa tutto quel che ho
Arriverò da te, il mare attraverserò!

Era notte fonda, ma intravvedo un lume
Ti ho riconosciuta, cara vecchia Fiume
Ed un grido che mi rimane stretto in gola
Istria, Dalmazia, Zara, Fiume e Pola!

Sono tornato per restare e non partire più!
Ti riporto la bandiera che adoravi pure tu!
Quando fui costretto ad andare via!
Perché a Fiume gridavo: «Italia, terra mia!»

Ora più nessuno mi potrà fermare
Se l'inno italiano ho voglia di cantare
Lo canterò anche per quelli che non sono più qui
Perché tentarono di parare la lingua del sì!

Sono tornato per restare e non partire più!
Ti riporto la bandiera che adoravi pure tu!
Quando fui costretto ad andare via!
Perché a Fiume gridavo: «Italia, terra mia!»

Voglio dimostrare che non ha vinto lui
Che i giorni di adesso non sono giorni bui
Che la bestia rossa qui non ritornerà
Che sei libero di gridare: «Viva la patria!»

Sono tornato per restare e non partire più!
Ti riporto la bandiera che adoravi pure tu!
Quando fui costretto ad andare via!
Perché a Fiume gridavo: «Italia, terra mia!»

Sono tornato per restare e non partire più!
Ti riporto la bandiera che adoravi pure tu!
Quando fui costretto ad andare via!
Perché a Fiume gridavo: «Italia, terra mia!»

Ed un grido che mi rimane stretto in gola
Istria, Dalmazia, Zara, Fiume e Pola!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff