Background

Ennessepi - Tierra y libertad

Nelle americhe c'è una grande nazione, gente di montagna, di grano e visone
Gli eredi dei maya sono ancora qua, sono indios contadini senza terra e età
Al sud ancora c'è chi è senza terra, i vecchi latifondisti con la loro guerra
Distruggono vite e campi già arati, ma, fratelli messicani, sarete vendicati!

Don Emiliano, la tua gente è stanca!
L'insurrezione in ogni strada è tanta!
La libertà che è sempre più vicina!
Questa è la rivoluzione contadina!

Parlavi, tu, di giustizia sociale, la tua era una lotta al capitale
Parlavi di terre da ridare, ma le comunità dovranno aspettare
A Città Del Messico lo hai dimostrato e il vessillo di Maria si era alzato
Quella poltrona era più dura che mai, io sono un guerrigliero, non mi venderò mai
Il potere non è più di un presidente e d'ora in poi sarà così per sempre
Adesso è del pueblo contadino e della mia gente!

Don Emiliano, la tua gente è stanca!
L'insurrezione in ogni strada è tanta!
La libertà che è sempre più vicina!
Questa è la rivoluzione contadina!

E ora al tuo posto ci saremo noi, noi con la nostra rabbia ed i nostri eroi
Da Federico II imperatore di Svevia, tra Carlo e il grande Ernst Jünger, soldato poeta
Tra Ezra Pound, tra Ahmad Shah Massoud, José Antonio Primo De Rivera, tra tutti i nostri morti per la primavera
Poi la storia non ti ha fatto grande, c'è ancora chi di battaglie ne ha fatte tante
Ti ricorderanno come un condottiero vero, sguardo fiero
Condottiero tu sarai e col fucile nella mano camminerai!

Don Emiliano, la tua gente è stanca!
L'insurrezione in ogni strada è tanta!
La libertà che è sempre più vicina!
Questa è la rivoluzione contadina!

Categories: Share

Leave a Reply

A.N.C. - Archivio Non Conforme
È attiva la moderazione dei commenti, qualsiasi commento che contenga insulti, bestemmie e volgarità non sarà pubblicato. Inoltre lo staff di Archivio Non Conforme non è responsabile del contenuto dei commenti lasciati da terzi!
Grazie, lo staff